I BENEFICI PER I BAMBINI

Se lasciate a un bambino la possibilità di crescere in mezzo agli alberi potrete constatare che si crea un legame molto spontaneo. Ogni bambino adotta, senza deciderlo razionalmente, un albero che sarà il "suo" e al quale si rivolgerà. Gli sarà attaccato nel corso della vita, se ne ricorderà e, se ha la fortuna di ritornare in quel luogo specifico, lo raggiungerà. 

La testimonianza vivente dell'attaccamento che manteniamo nei confronti degli alberi che hanno popolato la nostra infanzia: ciliegio nel giardino dei nonni o castagno della piazza del paese, abbiamo tutti un albero che vive nella nostra memoria di adulti. 

 

Rispondere ai bisogni dei bambini con la silvoterapia 

Il Forest Bathing per i bambini può rispondere a varie necessità: 

  • fiducia in sé stessi e autonomia: si ricercheranno le esperienze e la valorizzazione del bambino con l'esplorazione; 

  • socializzazione e apertura nei confronti degli altri: sorrisi, abbracci, bacetti... II Forest Bathing è un'ottima occasione di condividere un momento di buona qualità con i bambini di ogni età; 

  • sviluppo fisico e motorio: le esperienze sensoriali, se ripetute, sono risposte al bisogno di movimento del bambino, e favoriscono il risveglio dei sensi e motorio; 

  • sviluppo della curiosità e dell'intelletto: ci sono sempre spiegazioni interessanti provocate dai loro "perché'. I bambini sono avidi di conoscenze e vogliono capire; 

  • sviluppo della sensibilità ecologica, grazie alla scoperta e alla comprensione di un ambiente naturale. 

 

Gli alberi sono esseri viventi, si parlano tra loro! La curiosità naturale del bambino lo spingerà a fare domande più complesse, per capire il come e il perché. É possibile anche stimolare un dialogo con i bambini domandando regolarmente al bambino di esprimere ciò che prova e ciò che osserva, per spingerlo a riflettere e a essere curioso.

 

Gli alberi da privilegiare sono... 

  • Il faggio apporta serenità, fiducia e calma, è dunque una specie da preferire per i bambini iperattivi o molto tesi. 

  • La quercia è un vettore di fiducia, di forza e potenza. Aiuta il bambino a sentire la forza del suo ancoraggio, delle sue radici che gli permettono di restare al mondo. 

  • L'abete e il pino apportano energia, resistenza e speranza. Sono alberi verso i quali potete orientare un bambino che si sente triste, apatico, con problemi relazionali a scuola. 

  • Il tiglio è l'albero della protezione. Può essere impiegato quando il bambino ha bisogno di sentirsi circondato da amicizia e da dolcezza protettrice, quasi materna. E anche un albero che modera le tensioni psichiche, soprattutto quando è fiorito. I bambini con sonno disturbato troveranno dei benefici negli esercizi con quest'albero. 

  • La betulla è l'albero che apporta dolcezza, basta accarezzare la sua corteccia così sottile e liscia per rendersene conto. La bianchezza del tronco e la sua slanciata verticalità aumentano la fiducia in sé stessi e l'autostima. E d'altronde simbolo di giovinezza, perché è una specie primaria, che ricresce per prima nelle zone in cui non c'era più niente. 

 

Per rendere ludica la pratica della silvoterapia, è consigliabile cambiare regolarmente le attività e suddividere in sequenze di non più di 30 minuti.